metro-polis.it
English (UK)Italiano (IT)
Error:
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 174

“The Imago”: il racconto

  • Published in The Imago
  •  

Glasshouse, una strada londinese nel paese medievale di Sillico

 

Il cinema ha un tocco magico, il cinema trasforma.Blog the imago 02

Nel comune di Pieve Fosciana c'è un borgo di origine medievale, Sillico, situato sulla vetta di un monte.
È un paese immerso nel silenzio (in quel silenzio che solo la montagna con i suoi spazi verdi può regalare) e che incanta i visitatori grazie al suo panorama mozzafiato.
Non conta molti abitanti, considerate le sue dimensioni; ma i pochi che ha sono di una splendida cordialità!
Questo piccolo borgo, con le sue stradicciole quiete e le sue case legate tra loro in un abbraccio di pietra, ha lasciato spazio nel mese di novembre al viavai e alla frenesia di una troupe cinematografica al lavoro.

 

 

Tra i molti motivi per i quali il cinema viene considerato un'arte magica, c'è anche quello di riuscire a trasformare i luoghi.

Blog the imago 01

Scegliere una location equivale sempre a scegliere un ambiente reale al fine di "travestirlo" da luogo immaginario. 

 

I personaggi di "The Imago" si muovono all'interno di una Londra onirica di fine Ottocento - o meglio - per non svelare troppo del film, si può dire che la Londra raccontata nell'opera del regista E. Galigani non è quella della alta borghesia (con le sue larghe strade dove regnano l'ordine e la pulizia), ma è una Londra povera e sporca, fatta di vicoletti degradati vissuti da un'umanità squallida, di facile corruzione.

 

 Il protagonista, l'enigmatico Charles Dee, intraprende il suo viaggio di perdizione dopo la scoperta di un negozio di fotografia (sorprendente e attraente per l'epoca) situato in una via immaginaria, ovvero Glasshouse Street.

Blog the imago 03

L'allestimento di Glasshouse Street ha interessato una delle stradicciole di Sillico, cioè quella che costeggia Palazzo Carli (altra location scelta per il film: una delle sue sale, infatti, è stata splendidamente trasformata nel salotto di casa di mr. Dee).

Affinché Glasshouse Street apparisse un vicoletto londinese, degradato e credibile, è stato necessario un importante lavoro scenografico: la strada è stata sporcata e bagnata; paglia ed erbacce hanno coperto a terra ciò che non poteva essere mostrato, mentre botti e tavole guastate dal tempo sono andate a riempire gli spazi vuoti.
Inoltre, ad un muro della strada è stata applicata l'insegna in legno del negozio ("Niepce Photography").

Le riprese si sono svolte in pieno giorno e sarà grazie al lavoro di post-produzione che alcune delle immagini, bagnate dalla luce del sole, magicamente saranno mostrate al pubblico immerse nell'oscurità della notte.

Per il borgo di Sillico, le giornate di lavoro della troupe hanno scritto una piccola ma attraente pagina di storia: è un briciolo di attrazione in più che si va a sommare a quella che il paesino già di suo possiede.

Lo abbiamo detto:

Il cinema ha un tocco magico: un paese della Garfagnana lucchese può diventare la Londra buia e misteriosa che nemmeno immaginavamo.

back to top

Get in Touch

LUCCA | TOSCANA (IT)

Telefono +39 0583 928354

mail a info@metro-polis.it

Top of Page